Maria Armezzani

E’ Professore associato di Psicologia delle relazioni interpersonali e di Psicodiagnostica Clinica nella Scuola di
Psicologia dell’Università di Padova.
 
Presso la stessa Università è stata:
vice presidente del Corso di Laurea in Psicologia Clinico-Dinamica;
vice coordinatore del collegio docenti della Scuola di Dottorato in Scienze Sociali – interazioni, comunicazione, costruzioni culturali del Dipartimento FISPPA;
direttore della Scuola di Alta Formazione “Persona, organizzazione ed efficienza della giustizia: competenze relazionali nel contesto tecnico- professionale”;
direttore del Corso di perfezionamento in “Psicologia giuridica e mondo del lavoro”;
responsabile del Servizio di Formazione e Aggiornamento in Psicologia Giuridica del Liripac. 

Ha incarichi di docenza nelle seguenti Scuole:

-Scuola di Psicoterapia e Fenomenologia Clinica di Firenze
-Scuola di Specializzazione in Psicoterapia costruttivista di Padova 
-Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica di Padova
-Corso di Formazione in Psicologia Giuridica, Psicopatologia e 
Psicodiagnostica Forense di Roma. 

Ha fondato e presiede l’Associazione Italiana di Psicologia fenomenologica.

È nel comitato direttivo dell’Associazione Italiana di Psicologia giuridica; 
È vicepresidente dell’Associazione Italiana Rorschach;
È membro del Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche affiliato al “World Institute for Advanced Phenomenological Research and Learning”.

È stata tra i soci fondatori dell’Associazione italiana di Psichiatria e Filosofia.

È stata nel Consiglio direttivo dell’AIPPC (Associazione Italiana diPsicologia e Psicoterapia Costruttivista).

È iscritta all’Albo degli Psicologi con il riconoscimento di psicoterapeuta. 

La sua ricerca si è incentrata sullo studio del metodo fenomenologico come alternativa scientifica al naturalismo
nell’analisi dei fenomeni psicologici e sulle prospettive costruttivistiche in psicologia esplorandone l’applicazione
nell’indagine clinica e sociale. In particolare, le sue ricerche si sono rivolte, sul piano teorico, alle implicazioni
critiche e operative di tali orientamenti e, sul piano applicativo, allo sviluppo di strumenti qualitativi per la ricerca
psicologica. In questa prospettiva ha affrontato temi relativi alla psicodiagnosi e alla psicoterapia, al benessere
giovanile, all’intercultura e alla psicologia giuridica.